UN INTERESSANTE ESPERIMENTO: LA MATEMATICA IN MUSICA

di ASSUNTA DI NUNZIO

 

Nel 1993 il cantante-showman Fiorello propose la versione musicale di “San Martino”, la famosa poesia di Giosuè Carducci, un’operazione didattica all’epoca molto criticata, considerata numeridecisamente irriverente. In questi giorni gira su Facebook un post a dir poco originale, “Il Rap Del Teorema Di Ruffini” di Lorenzo Baglioni, un giovane matematico, attore e cantante, che nel video esordisce chiedendosi “come sarebbe se un rapper spiegasse la matematica?”. Continua poi rappando la nota regola del matematico Paolo Ruffini, che ha turbato il sonno di molti studenti. I ragazzi amano la musica, in particolare quella rap, basti pensare al successo di Rocco Hunt, Clementino, J-AX,… Secondo il sociologo Franco Ferrarotti i giovani non “ascoltano” la musica ma la ”abitano” perchè essa riesce ad offrire un riparo rispetto alla società e al mondo in generale, considerati spesso ambienti ostili ed estranei. E allora perché non usare questo veicolo per appassionarli ed interessarli alle varie discipline? Non solo matematica o italiano, nessuna materia è esclusa. Non si tratta di far ascoltare musica bensì di musicare argomenti studiati, con una produzione personale ed originale. Un laboratorio musicale quindi, non in senso classico, che contribuisca a realizzare quanto previsto dal PNSD della Legge 107 sulla Buona Scuola.

Qualche docente vorrà provarci?

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *