UN GIORNALE DI SCUOLA? UN GIORNALE DI SCUOLA!

 

aaaaIn Italia sono quasi otto milioni gli studenti delle scuole statali, suddivisi in ottomilacinquecento autonomie e seguiti da circa ottocentocinquantamila fra docenti, dirigenti e amministrativi. Numeri importanti, che tratteggiano un comparto di assoluta rilevanza, con circa nove milioni di cittadini, di famiglie, di contesti, che attengono al mondo della scuola e che, spesso, hanno fame di informazioni e di riflessioni che non siano legate a interessi sindacali o a quelli di una cronaca di parte, magari, diciamo così, governativa. Un giornale di scuola, quindi, con la scuola sopra a tutto, per spiegare, per capire, per prendere le parti di un settore che se non bistrattato, sicuramente  misconosciuto ai più. La nostra rivista parte con l’ambizione di essere letta in tutta Italia, grazie alla possibilità di diffusione capillare che lo strumento informatico permette e questo è il motivo per cui, anche in coerenza con una scuola sempre più dematerializzata,  saremo esclusivamente on line. La bellezza dello strumento informatico, la sua potenzialità, sta proprio nel non avere ostacoli o filtri di alcuna natura: contiamo sul passa parola dei tanti docenti e dei tanti studenti che troveranno, in cgmagazine, uno strumento attento di riflessione e di comprensione, sulla condivisione nei gruppi e nei forum presenti in tanti social network, fra i tanti che hanno voglia di  migliorarla questa scuola pubblica, per renderla sempre più uno strumento di crescita della nostra Nazione. L’Italia è agli ultimi posti, fra i paesi OCSE, come numero di diplomati e di laureati e avere una scuola efficiente e moderna, per chi vi scrive, è il primo obiettivo da raggiungere se vogliamo ribaltare questo stato di cose. Ci sentiamo poco rappresentati, a livello parlamentare, ma siamo tanti e ognuno di noi può fare molto nel proprio piccolo,  per migliorarla questa scuola. Noi ci proviamo con cgmagazine. Buona lettura!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *