ALLA SCOPERTA DEL CODING

di GIUSEPPE BONAVITA

Imparare da imparare e sviluppare un metodo di studio utile ad affrontare le sfide tecnologiche che la società ci impone , è materia sempre più urgente in tutti campi. Le esigenze formative in tutti i campi del sapere sono il coding 2pilastro della società postindustriale, dove ormai siamo passati dal settore terziario avanzato al settore “quaternario”. Per governare i processi è necessario confrontarsi con il “pensiero” dei moderni computer. Come farlo? Si può imparare a programmare anche se non si è esperti di computer con il coding. Sono stati sviluppati da scienziati del Massacchussets Institute of Technolgy (MIT) software che consentono a tutti di imparare i rudimenti della programmazione scomponendo i programmi in una serie di istruzioni semplici che poi unite compongono un programma. L’esigenza di superare l’uso del pc come macchina per scrivere, scambiare mail, o usarlo come consolle per videogiochi, ha permesso a Mitch Resnick del MIT di sviluppare programmi che attraverso l’apprendimento ludico ci aiutano a codificare le nostre conoscenze , superare le diffidenze nel programmare e in breve a familiarizzare a livello più profondo con le conoscenze matematiche e logiche che sono il tallone di Achille di molti studenti. Il programma Scratch è sviluppato per studenti docenti e quanti vogliano confrontarsi con le tecnologie didattiche del secolo XXI. E’ un utile strumento che ci permette di afferare la logica delle cose e può essere inserito in qualsiasi contesto educativo. Per cui la implementazione delle conoscenze avviene attraverso la logica che ci aiuta ad ordinare le nostre idee in qualsiasi materia siano esse quelle umanistiche che scientifiche : una tecnica che può essere utile per tutti ; a)amplifica le nostre capacità di apprendimento tramite l’impegno dedicato al problem solving durante l’uso di Scratch ; b)ci permette di approcciare alla matematica e geometria in modo assolutamente divertente e coinvolgente. Il gioco non può essere risolto se non si danno i comandi giusti e quindi l’utilizzatore non si accorge nemmeno di aver svolto l’equivalente di un vecchio e noioso esercizio matematico. La tecnica del coding permette di avvicinare umani e pc e di superare ataviche antipatie per la matematica , che nel passato hanno condizionato le scelte di studenti , di creare un ordine nelle varie discipline studiate a scuola e di sviluppare un metodo di studio vincente che aiuterà lo studente a sviluppare le sue capacità di adattamento ai saperi.

Il coding è insomma il trampolino di lancio per lo sviluppo e la continua riscrittura e modifica dei nostri saperi necessari al confronto con la realtà che diviene giorno per giorno sempre più complessa.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *